Loading...






Assemblea nazionale Cittą del Tartufo, musica e ambiente. A Sant'Angelo in Vado tutto pronto per "Sinfonia del Bosco"

27/04/2018




Sant’Angelo in Vado capitale del tartufo e non è un modo di dire. Domani infatti, l’antica Tifernum Mataurense, ospiterà l’assemblea annuale delle Città del Tartufo, associazione in cui convergono tutti i borghi che possono vantare di avere nella loro terra il prelibato tubero.

Saranno 55 quelle che domani faranno tappa nella cittadina vadese dove il presidente Michele Boscagli, accolto dal sindaco Gianalberto Luzi e dall’assessore al Tartufo, Romina Rossi, aggiornerà sullo stato di avanzamento del dossier di candidatura Unesco “Cerca e cavatura del tartufo in Italia: conoscenze e pratiche tradizionali”.

L’assemblea è stata inserita nella due giorni dedicata all’ambiente organizzata il 28 e 29 aprile nell’ambito del concept “Tartufo tutto l’Anno” e nell’occasione sarà presentata in anteprima la “Sinfonia del Tartufo”, l’originale ed innovativa idea avuta dagli amministratori che, affidandosi al professionista Livio Boccioni, hanno registrato i suoni e i rumori direttamente nel bosco, ambiente in cui il tartufo nasce e cresce, come ad esempio temporali, vento e cane che scava la terra durante la cerca. Questi rumori sono stati trasformati in melodia grazie all’utilizzo di strumenti musicali. Il processo è stato adattato sia al tartufo bianco sia al tartufo nero perché i due tipi di tubero hanno un processo naturale e di crescita diverso e quindi diversi sono anche i rumori e suoni che lo caratterizzano e di conseguenza gli strumenti utilizzati per riprodurlo.

Ma il week end vadese non è solo musica ma prevede tantissime altre iniziative. La “Sinfonia del Bosco”, questo il nome della due giorni, inizierà ufficialmente sabato alle 15 e sarà una sorta di viaggio sensoriale alla scoperta dei suoni e rumori del bosco, ambiente dove nasce e cresce il pregiato tartufo.

Si con l’apertura dei mercatini, la dimostrazione di come si affrontano le emergenze a cura della Protezione Civile di Sant’Angelo in Vado, le simulazioni di Cerca al Tartufo e la passeggiata/lezione per il riconoscimento ed utilizzo delle erbe spontanee. 

Alla stessa ora, grazie all’associazione Il Ponticello, percorso trekking “Alla ricerca del Tartufo col Cane” con ritrovo al parcheggio di Via Berlinguer mentre alle 15.30 diventeranno protagonisti assoluti i bambini, prima con i racconti della Scatola Magica (Corso Garibaldi), poi con l’esibizione del Falconiere e i suoi rapaci (Piazza delle Erbe) e con le letture e i laboratori didattici a cura del sistema bibliotecario alto medio Metayro e dell’associazione culturale Tafed Zakur.

Il divertimento e la scoperta dell’ambiente continueranno anche domenica con un programma arricchito ulteriormente dalla dimostrazione del gruppo cinofilo di Fermignano, dai Sommelier dell’acqua, dall’associazione Fosforo e dal suo “Sounds good” e dalle letture e laboratori per bambini de “Il Libraccio” di Urbino.

Durante questa due giorni (il sabato solo al pomeriggio e la domenica per l'intera giornata) ai visitatori sarà offerta anche la possibilità di gustare prodotti tipici e trovare materiali da artigianato e hobbistica.

Per l’occasione i ristoratori di Sant’Angelo in Vado realizzeranno menù a tema mentre l’ufficio turistico sarà a disposizione di chi vorrà approfittare dell’occasione per visitare le bellezze del posto a partire dalla Domus romana (per info: Ufficio Turistico 0722.88455).



Assemblea nazionale Cittą del Tartufo, musica e ambiente. A Sant'Angelo in Vado tutto pronto per

Torna indietro